Audi Prologue mostra, a Los Angeles, gli stilemi del futuro linguaggio stilistico della Casa degli Anelli

Autore: Marco Longhini - Pubblicato: 2014-12-03 17:16:42

Con questa coupé di grandi dimensioni Lichte imprime al design Audi una nuova direzione. Moderno e molto coinvolgente, questo nuovo corso esprime in modo perfetto la competenza tecnologica e le ambizioni del Marchio in termini di qualità. La Audi prologue è il primo esemplare di questa nuova strategia e costituisce una sorta di biglietto da visita”. Lo stesso Marc Lichte (Responsabile del Design) descrive così il carattere della showcar: “Audi è indissolubilmente legata ai concetti di sportività, leggerezza e trazione integrale permanente quattro. Nella Audi prologue questo know-how si traduce in una nuova forma: abbiamo creato l’ auto più sportiva del segmento di lusso. La nostra équipe ha battuto nuove strade sia per quanto riguarda il design degli esterni, sia per quanto riguarda gli interni”. La coupé a due porte è morbidamente elegante e allo stesso tempo tonicamente sportiva; le forme e le linee sono inconfondibili e apportano molte nuove idee. Nell’ abitacolo arioso l’ architettura si fonde con il sistema dei display e dei comandi dando vita a un tutt’ uno completamente nuovo. La parte frontale della plancia è costituita da un unico grande display touch; una parte dei comandi è affidata al nuovo display OLED, formato da diodi organici a emissione di luce. La tecnica della concept car concilia potenza, comfort ed efficienza. Il 4.0 TFSI eroga una potenza di 605 CV (445 kW) e sviluppa 750 Nm di coppia; permette alla Audi prologue di accelerare da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi. Lo sterzo integrale dinamico, che agisce anche sulle ruote posteriori con un angolo di sterzata massimo di cinque gradi, rende la grande coupé estremamente maneggevole e stabile. Con 5,10 metri di lunghezza, 2,94 metri di passo, 1,95 metri di larghezza e 1,39 metri di altezza la Audi prologue è leggermente più corta e più bassa di una A8 di serie. Sul frontale basso domina il single frame, integrato nell’ architettura complessiva, su cui figurano i quattro anelli. La grande mascherina del radiatore è molto più larga e più piatta rispetto agli attuali modelli di serie. L’ accento sull’ orizzontalità delle linee esprime tutta la potenza del dinamismo. I listelli trasversali con le estremità tagliate presentano un raffinato motivo a losanghe. I fari, elementi cuneiformi larghi e piatti, si estendono fin sopra il single frame e sono dotati di tecnologia laser a matrice ad alta risoluzione

Una caratteristica distintiva della Audi prologue sono le spalle svasate sopra le ruote. Analogamente ai “blister” delle prime Audi quattro degli anni ‘ 80 lasciano intravedere la trazione quattro: tuttavia non sono più applicate, ma inserite in modo fluido nell’ architettura della vettura. I retrovisori esterni sono piccole sculture in alluminio. Anche la coda della Audi prologue rompe con le convenzioni. È protesa in avanti e ricorda i fianchi e la poppa degli yacht di lusso; la giunzione falciforme tra la fiancata e il paraurti accentua questa dinamica. Sotto ai paraurti è alloggiato un diffusore in alluminio nero lucido; analogamente al blade del frontale si estende per l’ intera larghezza della vettura, unico elemento chiaramente in risalto. In corrispondenza dei gruppi ottici posteriori il diffusore integra due prese d’ aria di forma trapezoidale che celano i terminali di scarico. Anche l’ abitacolo è la prova che in casa Audi è iniziata una nuova era, un’ era in cui architettura e comandi si fondono in un tutt’ uno. Le superfici dei display e dei comandi sono integrate in modo innovativo nella plancia portastrumenti e nella consolle del tunnel centrale; l’ infotainment fa dialogare guidatore e passeggero. A seconda dell’ andatura nell’ Audi virtual cockpit future cambiano contenuti e colori: ad andature sportive il display passa alla modalità sportiva con una visualizzazione particolare delle informazioni rilevanti come numero di giri, temperature, pressione di sovralimentazione. 

Archivio Articoli

Ultimi articoli

Porsche 991 GT3 RS: La 911 DEFINITIVA?

Oggi sono al volante della Porsche 991 GT3 RS degli amici di Auto Exclusive e mi chiedo, è la GT3 RS la 911 definitiva da comprare? (By Marchettino 14 apr 2018)

La nuova Lamborghini Huracán Performante

Portatrice del vero DNA Lamborghini

La nuova 911 Turbo S Exclusive Series

Più potente, ricercata e singolare

Mercedes Benz G 500 4x4²

Solo Classe G può essere meglio di Classe G

Google Map

Nostro Indirizzo

Autoexclusive & Limo's Rent
Via Traversa della Vergine n.20
51100 Pistoia

Tel: 0039 0573/994291 - 0573/994184 - 0573/977561
Fax: +39 0573 503808

E-mail: info@autoexclusive.it